Fallimento Fc Messina, vertici assolti grazie a Perroni & Associati

Il 12 luglio la Corte d’Appello di Messina ha pronunciato sentenza di assoluzione nei confronti di Pietro e Vincenzo Franza, imputati, nelle rispettive qualità di Presidenti del Consiglio di Amministrazione e Amministratori Delegati della FC Messina, nonchè nei confronti di Francesco Cambria, a sua volta imputato, nella sua qualità di Presidente del Consiglio di Amministrazione della CO.FI.MER e componente del CdA dell’FC Messina, di varie ipotesi di bancarotta fraudolenta in relazione al fallimento della predetta società calcistica.

In particolare, dopo aver ottenuto, in primo grado, l’assoluzione per cinque ipotesi di reato, la Corte d’Appello messinese ha accolto la tesi degli Avvocati Isabella Barone, Giovanni Cambria, Alberto Gullino e Giorgio Perroni ed ha annullato la sentenza di condanna nei confronti degli imputati anche per i restanti quattro addebiti di bancarotta fraudolenta, mettendo, così, fine una volta per tutte alla vicenda.

Leggi anche...
Le Fonti TOP 50 2023-2024
Speciale Decreto whistleblowing
Approfondimento – Diritto Penale Tributario
I più recenti
Riforma della Giustizia, le ultime dichiarazioni di Nordio
I Le Fonti Awards del 9 maggio incoronano le eccellenze
L’Italia sconta un ritardo nella protezione dei tutori della legalità: le parole di Unaep
Trend-Online.com: il nuovo look dell’informazione online

Newsletter

Iscriviti ora per rimanere aggiornato su tutti i temi inerenti l’ambito penale.